Decorare una parete, idee e consigli

Enrico Evangelisti on 19/06/2017

Come decorare una parete?

Tante sono le idee tra stencil e pittura per sbizzarrirvi come volete. Queste due soluzioni sono perfette per dare nuova luce e personalità alla vostra casa. Entrambe sono tecniche semplici e, con un po’ di pazienza, fai da te.

Decorare le pareti con gli stencil

Gli stencil sono il mezzo sicuramente più semplice per decorare una o più pareti di casa. Ce ne sono di vari tipi e grandezze, sarete voi a decidere il tutto. Per la maggiore vanno i fiori, soprattutto quelli a gambo lungo. Anche gli alberi, spogli o decorati, sono molto apprezzati. In genere, infatti, tutti i motivi legati alla natura giocano un ottimo ruolo nella decorazione delle mura domestiche. Come fare a scegliere gli stencil più adatti? Prima di tutto dovete prendere le misure di quella zona spoglia della vostra parete che volete rendere più particolare. Una volta interpretata la grandezza, l’area da destinare, potrà iniziare la vostra ricerca.

Se amate lo stile minimal e anche la vostra casa lo rispecchia allora vi converrà scegliere qualcosa che sia in perfetta linea di pensiero. Degli alberi senza fronzoli fanno proprio al caso vostro. Che ne dite delle canne di bambù? Sono perfette! Il consiglio è quello ovviamente di scegliere un colore che vi piaccia, che sia a contrasto con la parete e che richiami, in qualche modo, qualche complemento di arredo, come tappeto, divano o magari dei vasi che avete nello stesso ambiente.

Se vi piace lo stile multicolor allora a voi è concesso osare di più. Ci sono disegni, come quelli floreali, che sono realizzati con l’intera tavolozza del pittore. Si tratta di un vero e proprio arcobaleno che spunterà fuori dalle vostre pareti.

 

Decorare le pareti con la pittura

Altro modo per decorare la propria casa è la pittura. Se optate per disegni grandi, come dipingere delle lettere a caratteri cubitali, numeri o comunque qualcosa di ampio e totalmente colorato, allora non avrete bisogno di grandi doti, basta che disegniate prima la forma con la matita. Se invece volete creare un disegno complicato, come un affresco, allora vi consigliamo di tirar fuori l’artista che è in voi, oppure chiamare un esperto. Tra le varie soluzioni che vi proponiamo ci sono sempre i disegni a tema naturale ma anche delle frasi possono fare al caso vostro. Che ne dite di disegnare su muro le parole più belle di un poesia che vi piace? O i versi di una canzone? C’è persino che, per divertimento e per mancanza di spazio, ha disegnato i profili di un finto armadio, chi invece la testata del letto.

Sono moltissimi i modi per decorare le pareti con stencil e pittura, basta solo trovare la giusta ispirazione!

L’arte della tinteggiatura può essere agevolmente svolta, oltre che da professionisti, dagli appassionati del fai da te. Naturalmente, ogni tecnica ha un suo proprio grado di difficoltà, vantaggi e svantaggi.

Volete dipingere le pareti con un effetto particolare? Partite dalla velatura: una tecnica che si può realizzare con diversi strumenti, primi fra tutti spugne e stracci. Con un po’ di pazienza, anche i meno esperti possono ottenere risultati davvero soddisfacenti. Fra le finiture murali, è una delle più semplici da eseguire. Ha anche il grande pregio di offrire una varietà di effetti praticamente infinita e ogni volta diversi. È caratterizzata da un motivo trasparente che si ottiene sovrapponendo a un fondo opaco, tipo pittura lavabile, una o più mani di finitura velata in tinte differenti: a contrasto o in nuance di colore, a seconda del risultato che si intende conseguire. Richiede prodotti specifici, disponibili in versione lucida, opaca o cerata, che si ottengono aggiungendo a una base neutra (in genere un protettivo silossanico per esterni e interni, con buone doti di traspirabilità) i colori universali a tintometro. Il termine velatura racchiude diverse finiture, che prendono il nome dallo strumento che si impiega per la stesura. I più comuni sono spugna e straccio, ma si possono impiegare anche pennelli, appositi guanti, frattazzi spugnati, spatole.

Questa decorazione, adatta per esterni ed interni, si può effettuare su intonaci non rifiniti o rasati a stucco. Nel caso di intonaci vecchi, vanno preventivamente eliminate imperfezioni o irregolarità dovute a trattamenti precedenti; per pulire accuratamente la superficie va passata una leggera carta abrasiva. È buona norma, per uniformare l’assorbimento del colore, stendere anche uno strato di fissativo prima di procedere con il fondo. Per quanto riguarda la resa e l’effetto finale, in genere più si diluisce il colore, più la decorazione appare delicata e rarefatta. Inoltre, se si varia la pressione dello strumento o si passano più mani solo in alcune parti del muro, è possibile diversificare la decorazione.

Le principali tecniche a confronto

La spugnatura

È la più diffusa e si esegue con una spugna (da qui “spugnatura”), che può essere sintetica o naturale: a seconda che si utilizzi l’una o l’altra si ottiene un diverso effetto. Nel primo caso, considerato che i prodotti industriali hanno un disegno che si ripete sempre uguale, la finitura risulta più uniforme e compatta; mentre appare irregolare se si impiegano spugne marine, che per loro natura hanno una superficie non omogenea. La posa può essere eseguita in più modi. Il metodo “a mettere” prevede, dopo aver preparato la superficie con uno strato di primer e due mani di fondo della tinta base, di immergere la spugna nella vernice e tamponare la parete con tocchi leggeri. Esiste poi la variante “a togliere”, che consiste invece nello stendere sul muro il prodotto di velatura, con il rullo o la pennellessa, e di picchiettare la spugna sulla parete finché la pittura è ancora umida, in modo da asportare parte della vernice. In questo caso l’effetto decorativo è più evidente.

Con lo straccio

Un effetto un po’ più “spiegazzato”, si ottiene utilizzando, al posto della spugna, un panno o uno straccio in cotone. L’esecuzione è simile alla spugnatura: dopo averlo appallottolato, basta intingere il panno in un colore acrilico e picchiettare la superficie già preparata con le mani di fondo. Per facilitare la posa esistono appositi frattazzi.

Lo spatolato

Più impegnativo per un intervento fai da te, lo spatolato rende la parete lucida e liscia al tatto, con un effetto simile al marmorino. Si esegue con particolari pitture (assimilabili agli stucchi) che si stendono, come dice il nome, con una spatola in metallo o plastica, più facile da utilizzare perché è più morbida e ha spigoli smussati.

Come far diventare la nostra casa più bella? Decorando le pareti naturalmente!

LAVAGNA – Non sapete mai dove scrivervi le cose? Che ne pensate di un intero muro di lavagna, magari organizzato come un calendario?

VECCHI LIBRI – Se avete qualche libro smembrato ma ricco di belle illustrazioni create una originale carta da parati usando le sue pagine

CD – Appassionati di musica? Ormai che l’mp3 regna non c’è più bisogno dei vecchi e obsoleti CD, usiamoli per tappezzare casa

PIXEL – Un disegno geometrico perfetto per chi ama i lavori di precisione

GRAFFITI – Ecco come portare uno stile urban e colorato in casa vostra!

CARTE GEOGRAFICHE – Se avete delle vecchie carte geografiche, di quelle non aggiornate e che quindi non usate più, sappiate che possono essere un buon sostitutivo della carta da parati 

LEGNO – Per ottenere un effetto caldo potete utilizzare dei rivestimenti in legno

LISTELLI – Persino i listelli del battiscopa vanno bene per decorare le pareti di casa! Se sistemati a dovere danno un bell’effetto di movimento

DISEGNI –  Se siete bravi a disegnare non tiratevi indietro e decorate personalmente i muri della vostra casa

POST IT – Anche questi piccoli quadratini di carta possono essere usati come decorazione per le pareti, provate a mescolarli di colori diversi!

PALETTE – Avete da poco ridipinto le altre stanze? Recuperate le palette e usatele per rivestire una parete

POLAROID – È tornata di gran moda e per questo motivo i suoi scatti sono perfetti per abbellire casa

RICETTE – Anche i maniaci della cucina hanno la soluzione perfetta per loro: recuperare vecchie ricette da utilizzare come carta da parati

SOLDI DI CARTA – Valute straniere, ovviamente, oppure tagli ormai fuori corso, perfetti per ricoprire una parete

STENCIL – Si possono trovare delle fantasie deliziose, a noi piacciono molto quelli circolari!

STICKERS – Anche questa può rivelarsi un’idea divertente e colorata

0 comments
Post a comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.