Muri portanti: Come riconoscerli nella planimetria

Enrico Evangelisti on 07/11/2017

Come riconoscere i muri portanti nella planimetria? I muri maestri sono fondamentali all’interno della struttura di un immobile, perché sopportano il peso dell’edificio e trasferiscono il carico sulle fondamenta. Per questo è importante saperli riconoscere, soprattutto quando si consulta la planimetria.

Muri portanti: come riconoscerli

Prima di svolgere qualsiasi lavoro di ristrutturazione in un edificio è importante sapere dove sono posizionati i muri maestri. Abbatterli infatti potrebbe essere pericoloso e mettere a rischio la statica della struttura. Come sempre la scelta migliore è quella di rivolgersi ad un esperto del settore che sarà in grado di fornire un’adeguata consulenza.

Muri portanti: riconoscerli nella planimetria

Le strutture portanti sono evidenziate chiaramente nelle planimetrie degli edifici in scala 1:50 oppure 1:100. Solitamente un muro portante presenta uno spessore maggiore (superiore ai 20-30 cm) ed è disegnato con un tratto molto più marcato degli altri.

Muri portanti: riconoscerli senza planimetria

Se non avete ancora a disposizione la planimetria, potete comunque riconoscere (ovviamente con minore certezza) quali sono i muri portanti. In questo caso vi consigliamo di ricorrere ad alcune prove empiriche:

  • Battete sulla parete in più punti. Se il suono che vi restituisce è sordo siete in presenza di un muro portante
  • Misurate lo spessore delle mura. Quelle portanti infatti sono più spesse
  • Se l’edificio si trova su più livelli, i muri maestri dovrebbero essere quelli che continuano da un piano all’altro senza interruzioni

I muri portanti si possono abbattere?

I muri portanti si possono abbattere? Quando si effettuano delle ristrutturazioni potrebbe risultare funzionale (anche esteticamente) abbattere una porzione o tutto i muro maestro. Nonostante in molti siano convinti del contrario, questa operazione non è impossibile. L’importante è però rivolgersi ad un professionista che saprà valutare le ripercussioni sulla statica dell’edificio e indicarvi la strada migliore per realizzare la vostra ristrutturazione e ottenere il risultato che desiderate.

0 comments
Post a comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.