Muri portanti interni: Spessore minimo

Enrico Evangelisti on 24/10/2017

I muri portanti sono uno dei temi caldi e sempreverdi del mondo della ristrutturazione e, più in generale, dell’edilizia. Del resto questo è un argomento dal quale non si può proprio prescindere quando si parla di costruzioni in muratura. Soprattutto visto che sono proprio le pareti maestre a sostenere qualsiasi tipo di edificio.

Dopo aver scoperto la possibilità di abbattere i muri portanti, la loro ‘composizione’ in laterizio e dopo aver imparato alcuni trucchetti per riconoscerli, ecco che oggi passiamo a un nuovo, spinoso problema. Quanto devono essere spessi i muri portanti? Esiste una dimensione minima sotto la quale non si può scendere? Il tipo di materiale che compone il muro fa variare il suo spessore minimo?

Muri portanti: Esiste uno spessore minimo?

Rispondere a questa domanda è piuttosto difficile, poiché sia il ‘sì’ che il ‘no’ sarebbero entrambi, in qualche modo, scorretti. Molto infatti dipende da dove è situata l’abitazione, da se si tratta o meno di una vecchia costruzione, se l’edificio è situato in una zona sismica e, dulcis in fundo, il tipo materiale con cui i muri sono stati realizzati.

I muri portanti infatti possono essere in:

  • Mattoni (che a loro volta possono essere pieni, semipieni, alveolari a foratura adeguata, in terra cruda e così via)
  • Legno
  • Cemento armato

Muri portanti: Lo spessore minimo

In ogni caso possiamo dire, in linea di massima, che lo spessore minimo dei muri portanti non può essere inferiore ai seguenti valori:

  • Muratura in elementi resistenti artificiali pieni cm 12
  • Muratura in elementi resistenti artificiali semipieni cm 20
  • Muratura in elementi resistenti artificiali forati cm 25
  • Muratura di pietra squadrata cm 24
  • Muratura listata cm 40
  • Muratura di pietra non squadrata cm 50

Muri portanti: Affidarsi agli esperti

Mai come in questo caso è fondamentale, nonché necessario, affidarsi alle competenze di un ingegnere, un architetto o un geometra esperto, capaci di calcolare (in base ai vari parametri elencati prima) la tipologia di muro portante di cui ha bisogno la vostra struttura.

Quando si parla di opere murarie di questo calibro il ‘fai da te’ è sconsigliato, oltre che del tutto controproducente e molto, ma molto rischioso.

0 comments
Post a comment

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.