Progettare casa online: come creare una cucina componibile

Enrico Evangelisti on 19/02/2018

La cucina è uno degli ambienti più difficili da arredare quando si sceglie di progettare casa online, soprattutto se la scelta ricade proprio su una cucina componibile. In questo caso è necessario conoscere alcuni aspetti importanti oltre alle misure standard dei mobili e le distanze degli spazi minimi.

Progettare casa online: disegnare la cucina

Per progettare online la cucina è necessario conoscere le varie misure dei componenti. Solitamente un mobile di questo tipo è composto da tre elementi: basi, pensili e colonne.

Anche se a volte possono esserci delle piccole differenze a seconda del marchio produttore (è il caso di IKEA), di solito questi elementi hanno delle misure standard:

  • Basi  – larghezza di 60 cm; profondità di 60 cm; altezza di 90 cm;
  • Pensili – larghezza di 60 cm; profondità di 30cm; altezza di 72/40 cm;
  • Colonne – larghezza di 60 cm; profondità di 60 cm; altezza di 200 cm.

Progettare casa online: le tipologie di composizione della cucina

progettare casa online

Esistono diverse tipologie di cucina che si possono ottenere combinando le basi, le colonne e i pensili e le colonne. Riassumendo troviamo:

  • Composizione lineare – è la più semplice e per realizzarla bisogna solamente posizionare i vari elementi uno accanto all’altro.
  • Composizione angolare – differisce da quella lineare per la presenza di un “pezzo speciale” realizzato in modo che la cucina “ruoti attorno all’angolo”.
  • Composizione a penisola – presenta due fattori importanti: le ante si devono poter aprire in contemporanea, dunque bisogna lasciare una distanza fra le basi che si fronteggiano. Inoltre nella progettazione è necessario considerare anche lo spazio minimo necessario ad una persona per muoversi davanti al piano.
  • Composizione ad isola – viene inserita anche un’isola e la profondità delle basi è maggiore, spesso oltre i 100 centimetri.

Un piccolo suggerimento: quando si disegna la cucina online è importante tenere conto anche degli elettrodomestici che andranno integrati all’interno della struttura e dello “spazio vivibile” ideale per sentirsi a proprio agio in questa zona della casa.

0 comments
Post a comment

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.