Progetto casa: come scegliere la cappa della cucina

Enrico Evangelisti on 07/03/2018

La cappa della cucina è un elemento fondamentale quando si crea un progetto casa. Anche se non sembra, questo dettaglio è importantissimo. Durante la cottura dei cibi infatti si sprigionano fumi, odori e vapori, che raggiungono tutte le stanze della casa. Aprire le finestre spesso è inutile e il problema peggiora se la casa è molto piccola. Per questo motivo è necessario che in cucina sia presente una cappa, perfetta per rendere salubre l’ambiente, evitando la formazione di muffe, e per espellere gli odori.

Progetto casa: i tipi di cappa per la cucina

progetto casa

Quale cappa scegliere nel progetto casa? Sul mercato sono presenti diverse tipologie di cappe che si possono dividere principalmente in due categorie: aspiranti e filtranti. Le cappe aspiranti sono particolarmente efficaci, possiedono un sistema di aspirazione con canna fumaria, in grado di trasportare all’esterno i fumi, e un ventilatore interno. Possono essere a incasso, a semincasso oppure a vista. Possono essere collocate all’angolo, sul soffitto, ma anche al centro di un’isola. Le cappe filtranti invece ripuliscono l’aria. Ciò significa che la aspirano, la riciclano con i filtri e la immettono nell’ambiente.

Progetto casa: come scegliere la cappa per la cucina

progetto casa

Qual è la cappa migliore? Rispondere a questa domanda non è semplice. La cappa infatti dovrebbe essere scelta in funzione dell’ambiente in cui viene installata. Le sue dimensioni devono essere necessariamente proporzionate alla grandezza della cucina, perché più quest’ultima sarà grande maggiore sarà il quantitativo di aria da aspirare. Un altro aspetto da non sottovalutare è il rumore prodotto dalla cappa. In commercio sono presenti alcuni modelli altamente tecnologici e molto silenziosi che presentano funzioni aggiuntive in grado di favorire il ricambio dell’aria per tutto il giorno.

 

In ogni caso nella scelta della cappa per la cucina è sempre meglio affidarsi ad un professionista, che saprà indicare la soluzione migliore, ma anche illustrare il modo in cui utilizzare e pulire questo elettrodomestico. La cappa è molto delicata, proprio per questo motivo deve essere mantenuta pulita, lavando ogni due o tre mesi i filtri con sgrassanti naturali, come aceto, succo di limone o bicarbonato.

 

0 comments
Post a comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.